Chi Siamo

"LA SCUOLA HA NEI CONFRONTI DELLA FAMIGLIA UN COMPITO SUSSIDIARIO (DI SOSTEGNO) ED INTEGRATIVO (DI COMPLETAMENTO)"

Giovanni Paolo II

Come scuola cattolica il criterio regolatore ed ispiratore della prassi educativa è la centralità della persona. Siamo attenti alle caratteristiche tipiche del bambino dai 2 ai 6 anni e a tutte le dimensioni del suo sviluppo evolutivo. Promuoviamo i valori della vita, dell'accoglienza, della condivisione, della solidarietà, della tolleranza, della pace, della relazione con Dio.

Riconosciamo il ruolo fondamentale della famiglia nell'educazione dei figli e ricreiamo un ambiente ed un clima famigliare.

IL PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITÀ (SCUOLA E FAMIGLIA, INSIEME

Il patto educativo di corresponsabilità (in base all’art. 3 DPR 235/2007) ha come obiettivo di impegnare le famiglie a condividere con la scuola i nuclei fondamentali dell’azione educativa. Esso mette in evidenza il ruolo strategico che può essere svolto dalle famiglie nell’ambito di un’alleanza educativa che coinvolga la scuola e i genitori, ciascuno secondo i rispettivi ruoli e responsabilità e si distingue dal Regolamento d’istituto, che ha invece lo scopo di definire i comportamenti da tenere nell’organizzazione scolastica. Questo “patto” tra insegnanti e genitori nasce quindi dalla necessità di individuare gli obiettivi comuni e diritti e doveri di tutti, pur nella diversità dei ruoli che ciascuno interpreta nella scuola. Insegnanti e genitori non si trovano schierati su fronti opposti, ma devono collaborare, nella sicurezza e nella fiducia reciproca, per creare una scuola che sia portatrice di valori positivi.

Classi e Orari


I bambini sono suddivisi per età, ma le classi sono miste:

PICCOLI - MEDI - GRANDI

Ogni classe ha una sua maestra di riferimento ma i bambini, attraverso i laboratori, gireranno di classe in classe. Staranno insieme a tutte le maestre e a tutti i bambini.

L'orario scolastico giornaliero è il seguente:

7:45 - 9:00 accoglienza

13.00 - 13:15 prima uscita

15:45 - 16.00 seconda uscita

La nostra storia

La scuola dell’infanzia Madonna Pellegrina, con sede in Padova, Via F. D’Acquapendente, 50/a è un’istituzione non statale che concorre, nell’ambito del sistema scolastico, a promuovere la formazione dei bambini dai tre ai sei anni, nella prospettiva della formazione di soggetti liberi, responsabili ed attivamente partecipi alla vita della comunità.
La scuola dell’infanzia “Madonna Pellegrina” inizia la sua attività per merito delle Suore della Divina Volontà nel settembre 1958.
La presenza delle suore della Congregazione della “Divina Volontà”, fondata a Bassano del Grappa dalla Beata Gaetana Sterni, è stata richiesta dal parroco Mons. Antonio Bogoni che costituì la parrocchia di Madonna Pellegrina nella zona dei “Tre Garofani”.
Le suore costruirono a proprie spese il fabbricato della scuola materna e la casa religiosa per la formazione delle giovani aspiranti alla vita religiosa.
Nel 1985 la Parrocchia di Madonna Pellegrina con il parroco Mons. Angelo Rigoni, compera l’immobile della scuola materna e costituisce un comitato parrocchiale per la gestione.
Alcune suore della Divina Volontà restano come insegnanti affiancate da qualificato personale laico anche per quanto riguarda la cucina e la mensa.
Nel 1992 la Parrocchia finanzia i lavori di messa a norma dell’impianti elettrici e ampliamento di alcuni locali con la sistemazione dell’ingresso.
Lo stabile si presenta accogliente e spazioso per le tre sezioni che rispondono alle esigenze delle famiglie della parrocchia e oltre.
Nel 1999 per motivi fiscali la gestione e giuridica e amministrativa passa direttamente alla parrocchia e al parroco pro-tempore della comunità parrocchiale.
Don Gianfranco Zenatto, parroco dal 1992 e legale rappresentante della scuola dell’infanzia “Madonna Pellegrina”, affida al Consiglio Direttivo del precedente comitato la gestione amministrativa.
Nel giugno del 2000 il Governo Italiano, nell’ambito della riforma della scuola, propone alle scuole dell’infanzia private di accedere alla qualifica di scuola parificata e ciò comporta di ottemperare a ben precisi impegni.
Il parroco e il consiglio direttivo consapevoli della ottima conduzione delle scuola, aderiscono ben volentieri dopo aver preso accordi con la F.I.S.M. provinciale e informato il Consiglio Pastorale Parrocchiale.
Il riconoscimento della parità scolastica con decreto del M.P.U. PROTOCOLLO N.4541/C19 avviene in data del 10/07/00.
Dal settembre 2003 Don Gianfranco Zenatto è stato nominato dal Vescovo Direttore della Caritas Diocesana. Il 4 ottobre 2003 prende l’incarico di parroco pro-tempore Don Severino Trentin.
Dal ottobre 2013 ha preso l’incarico Don Luciano Carraro e dal 2018 don Umberto Sordo.

**************

L’identità della scuola

L’ identità della scuola dell’infanzia paritaria parrocchiale d’ispirazione cattolica, si riferisce al modo con cui viene presentato ogni contenuto educativo: contribuisce all’educazione dei bambini ed è di supporto alle famiglie, nel vivere concretamente, attraverso l’accoglienza di ogni persona, quelli che sono i principi fondanti del cristianesimo.
In questo quadro la scuola svolge una vera funzione di ponte con famiglia e comunità parrocchiale, offrendo quel servizio educativo che da essa si attende la comunità che l’ha voluta.
Questo traguardo riguarda in modo particolare la scuola cattolica parrocchiale, in quanto essa si qualifica come scuola della comunità cristiana e i genitori, al tempo stesso membri di una comunità di credenti e utenti della scuola, sono chiamati alla corresponsabilità educativa.
La SCUOLA DELL’INFANZIA è:
  • l’ambiente in funzione del bambino in cui i rapporti umani mediano lo sviluppo;
  • della socialità, dell’autonomia, della creatività, della religiosità;
  • il luogo caratterizzato da un clima di affettività positiva e gioiosità ludica;
  • l’ambiente che integra l’opera della famiglia e del contesto sociale;
  • l’ambiente che accoglie ed integra le “diversità”;
  • l’ambiente in cui si lavora con professionalità, intenzionalità e flessibilità.
Carattere e finalità della Scuola dell’Infanzia
Nella società attuale la nostra scuola si propone di offrire un ambiente ricco di relazioni positive, attraverso le quali il bambino matura nella conoscenza e nella stima di sé e della realtà che lo circonda. Un ambiente che, dal punto di vista affettivo, cognitivo, formativo, sociale, cerca di rispondere a tutti i bisogni di crescita dando significato ad azioni e comportamenti.
La scuola accoglie tutti i bambini indipendentemente dal tipo di credo o di condizione sociale. È pronta ad ospitare i bambini che vivono situazioni di disagio.
Si propone di accogliere ed integrare nel gruppo dei coetanei ogni bambino nella sua specifica identità personale.
La scuola collabora con le famiglie, gli Enti e i Servizi presenti sul territorio perché il bambino possa raggiungere una formazione globale ed armonica della sua persona. Questa prospettiva definisce la scuola dell’infanzia come un sistema integrato in evoluzione, che rispetta le scelte educative delle famiglie e realizza il senso nazionale e universale del diritto all’istruzione in chiave cristiana.